Progetti sulla dispersione scolastica

Passaggio a Nord Ovest
Scuola amica

La cooperativa progetta e gestisce spazi extrascuola e progetti di contrasto al fenomeno della dispersione scolastica, volti ad offrire contesti in cui bambini/e della scuola primaria e ragazzi delle scuole secondarie siano accompagnati e supportati nella fase dello studio e dello svolgimento dei compiti scolastici, in affiancamento ad attività di tipo laboratoriale ed animativo, gestite in collaborazione con le istituzioni scolastiche, le amministrazioni comunali e le parrocchie del territorio. Tali Spazi Extrascuola sono inseriti nella rete provinciale e si collocano come interventi nell’ambito della “normalità”: le proposte vengono offerte a tutta la popolazione infantile-giovanile con particolare attenzione a chi presenta fragilità e difficoltà a livello scolastico o famigliare.
Nei nostri progetti extrascuola vengono bilanciate due dimensioni fondamentali: sostegno al percorso formativo e didattico individuale e attenzione alle dinamiche socializzanti ed aggregative dei gruppi, ritenendo che le due dimensioni siano sinergiche tra loro e che la priorità alla centralità della persona sia un elemento indispensabile in tutte le progettualità educative. Il sostegno al percorso formativo, inoltre, passa anche attraverso il miglioramento del metodo di studio e strategie correlate.
Le fasce d’età principalmente destinatarie degli spazi extrascuola sono quelle riferite alla scuola primaria ed alla scuola secondaria di primo grado, con una crescita, negli ultimi anni, dell’attenzione rivolta agli adolescenti della scuola secondaria superiore. La proposta extrascuola è infatti allargata anche a questa fascia d’età, grazie a due opportunità: quella di essere volontari a favore dei più piccoli e quella di essere destinatari di una proposta non-solo-compiti ad hoc per le superiori. Tra le due opportunità la prima è già molto sviluppata nei nostri progetti extrascuola mentre la seconda è in fase sperimentale.
Nei nostri progetti extrascuola è fondamentale la sinergia tra componente volontaria e componente professionale: ciascuna valorizzata per le capacità e le competenze specifiche di cui è portatrice. I volontari negli spazi extrascuola possono essere adulti così come adolescenti e giovani: si tratta infatti di insegnanti/ex insegnanti oppure di studenti delle scuole superiori o universitari, anche tirocinanti. In ogni caso viene seguito il cammino del volontario così che si configuri come esperienza educativa positiva. Nel caso degli studenti si concorda l’assegnazione di crediti formativi e dispositivi che facciano in modo che l’esperienza di volontariato rappresenti anche un contrasto alla dispersione scolastica del giovane.

Copyright © 2011 Cooperativa Sociale Aeper. All Rights Reserved.
Via P. Rovelli, 28/L - 24125 Bergamo - P.Iva - C.F. - N. Iscr. Reg. Imprese Bg 01727120162
Iscrizione Albo Cooperative n. A137513 - R.E.A. n. 231985
Ente ONLUS ai sensi del D.L. 460/97 art. 10 c.8 COOKIES

Utilizziamo cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.   Cookie PolicyOk